giovedì 16 gennaio 2014

L'ultima performance di Joe Zawinul e Wayne Shorter (video)

Questo video "storico" riprende l'ultima apparizione insieme di Joe Zawinul e Wayne Shorter, che eseguono una straordinaria versione di In A Silent Way, il 2 agosto del 2007, al Veszprem Festival in Ungheria.  


La performance mette in mostra un dialogo libero tra il sassofono soprano di Shorter, e un giardino di suoni elettronici coltivati da Zawinul. 
I due artisti registrarono questo stesso pezzo, 38 anni prima con Miles Davis, ma questa esibizione fu estremamente emozionante perché Zawinul sarebbe morto solo poche settimane dopo. 
Venne ricoverato in ospedale cinque giorni dopo questo concerto, e sarebbe stato sconfitto dal cancro alle cellule di Merkel il successivo 11 settembre. 
Una toccante qualità malinconica e nostalgica permea la musica, ed in questa occasione Zawinul concede a Shorter quel tipo di spazio per dispiegare il proprio sassofono, che raramente concesse durante il periodo con i Weather Report. 
Shorter, da parte sua, offre una lezione di Zen jazz. Questa è una pezzo di 14 minuti nei quali, invece di mettere in mostra la stravaganza Coltraniana, Shorter lavora sulla magia, con esplosioni di colori, suoni e schizzi tonali. 
Al termine della performance, Zawinul offre alcuni commenti toccanti sul suo partner di lunga data, chiamando Shorter "il più grande musicista vivente nel mondo."
Eppure questo fu questo il momento più opportuno per guardare indietro alla carriera di Zawinul, e al suo impegno con i suoni sintetizzati, che ha sostenuto a lungo, anche dopo la fine del periodo fusion, quando la maggior parte degli altri tastieristi jazz della sua generazione era tornata al buon vecchio 'piano'. 
Anche alla fine della sua carriera, Zawinul ha voluto armeggiare con i suoi suoni futuristici, spingendo le vecchie canzoni in nuove direzioni.



Nessun commento:

Posta un commento