venerdì 21 dicembre 2012

Geri Allen and Timeline: Live From 92Y Tribeca (video)

Lo scorso 12 dicembre la grande pianista Geri Allen è stata ospite del locale newyorkese 92Y Tribeca, dove ha presentato il suo progetto Timeline, in formazione con Kenny Davis al basso, Kassa Overall alla batteria e il ballerino di tip tap Maurice Chestnut.


Talento fra i più creativi e ispirati della musica afro-americana moderna, la pianista Geri Allen, cresciuta a Detroit, ed emersa musicalmente nella Brooklyn degli anni ' 80 è una delle più celebri pianiste e compositrici jazz,
Nella sua carriera ha collaborato con grandi protagonisti del jazz come Ornette Coleman, Ron Carter, Ravi Coltrane, Tony Williams, Dave Holland, Jack De Johnette, Betty Carter e Charles Lloyd.
Della sua Timeline Band l'elemento più originale è la presenza di Maurice Chestnut: un «tap percussionist», cioè un ballerino di tip tap, dal ruolo tutt' altro che meramente coreografico. Un vero e proprio solista aggiunto al trio pianistico, con le sue invenzioni ritmiche, la capacità di dialogo serrato con i compagni, l'abilità nel trasformare il pavimento in un set di tamburi.
Non è una novità: la pianista e compositrice inserì l'elemento tap dance la prima volta in un suo disco degli anni Ottanta. A chi si stupiva troppo della scelta, ricordava la lunga eredità culturale del tip tap negli Stati Uniti.
In quanto al giovane batterista Kassa Overall, la Allen si vanta di averlo sfilato al marito, il trombettista Wallace Roney, che lo aveva invitato a casa per una prova, ancora adolescente: «Era affascinato dal suo modo di suonare, ma lo riteneva troppo giovane... io invece non me ne feci un problema e glielo soffiai sotto al naso». Mentre al contrabbasso c'è Kenny Davis.
La cosa bella, preziosa, degli autentici innovatori, nel solco delle avanguardie, è il loro studio del passato, l' ammirazione piena dei grandi venuti prima di loro.
Geri Allen è così. Capace di confrontarsi con Ornette Coleman, Dave Holland, DeJohnette e rendere omaggio a Mary Lou Williams o Mal Waldron, rivoluzionare le scene newyorkesi con l' M-Base Collective e ripescare il tip tap. E finire per insegnare agli altri questo prezioso passaggio di conoscenze tra un artista e l'altro: Geri è professoressa associata di jazz e improvvisazione contemporanea all' università del Michigan.
Quando ricorda il collettivo che da Brooklyn rilanciò a metà anni Ottanta lo spirito del jazz più libero e spirituale, Geri non è tenera con il suo leader, Steve Coleman: «Quello che di buono c'è stato nell' M-Base erano l' intensità e la purezza degli inizi - raccontò la Allen a Jazzit - Eravamo persone che volevano suonare assieme, suonare ciascuno la musica degli altri. Quando lasciai fu perché tutto divenne meno naturale e il collettivo sempre più guidato da una sola persona. Io ho le mie idee musicali e volevo metterle nel gruppo. Quando questo non fu più possibile, me ne andai».

Ecco il video del concerto, offerto dalla Wbgo:

Nessun commento:

Posta un commento