mercoledì 14 novembre 2012

Sarah Vaughan - The Complete Columbia Albums Collection

Nel corso della sua lunga carriera Sarah Vaughan pubblicò quattro LP per l'etichetta Columbia, che adesso sono stati riuniti in un bel cofanetto di 4 CD intitolato The Complete Columbia Album Collection. Quello che c'è di notevole in questa collezione è la possibilità di ascoltare la profondità del suo talento e la versatilità come cantante sia all'inizio che verso la fine della sua carriera.


I primi due album della collezione, After Hours With Sarah Vaughan e Sarah Vaughan in Hi-Fi, furono entrambi pubblicati nel 1955. Invece si fa un salto in avanti nel tempo di quasi 30 anni per la pubblicazione nel 1982 di Michael Tilson Thomas/Sarah Vaughan: Gershwin Live registrato al Dorothy Chandler Pavilion di Los Angeles, con Tilson Thomas che dirige la Los Angeles Philharmonic. Il quarto disco del cofanetto, e l'ultimo che lei pubblicò a suo nome, Brazilian Romance, fu pubblicato nel 1987 e prodotto da Sergio Mendes.
Ogni disco ci permette di ascoltare la Vaughan cantare differenti tipi di musica. Le melodie popolari, il jazz sofisticato, i blues classici dei fratelli Gershwin, ed infine la musica latina.
Ma con qualunque tipo di canzone, non si può fare a meno di notare il suo incredibile controllo e la sua sensazionale gamma vocale. La Vaughan è infatti in grado di galleggiare senza difficoltà dal gradino più basso della scala al più alto, quasi senza alcuno sforzo. 
In After Hours la sentiamo navigare attraverso una serie di melodie pop orchestrate dolcemente. Anche la versione di Summertime di Gershwin in questo disco viene trattata in maniera piuttosto veloce. Benchè l'album sia una raccolta di standard piuttosto commerciale, la Vaughan riesce a dar loro una passione che le eleva ad un livello superiore. Lei emotivamente non era così coinvolgente come Billie Holliday, ma questo non le impediva di infondere anche alle più semplice delle canzoni il cuore necessario per farle impennare.
Sul secondo disco del set, Sarah Vaughan In Hi-Fi, otto dei 12 brani furono registrati con un piccolo gruppo guidato da un giovane Miles Davis.
E' impressionante ascoltare ciò che riesce a fare con canzoni come Ain't Misbehavin di Fats Waller; la canzone e la musica si fondono nella sua voce in un modo che può essere sperimentato per poterlo apprezzare appieno.
Ogni nota è preziosa ed ogni parola è chiaramente enunciata sia musicalmente che liricamente. Ascoltare la Vaughan dispiegare una parola su una sequenza di note, senza che che possa sembrare artificiale o forzata, è una delle meraviglie del mondo.
Il clou del cofanetto è senza dubbio il terzo disco, Gershwin Live. La Vaghan apre l'album con un medley di canzoni tratte da Porgy and Bess, che contiene alcuni dei più bei brani di Gershwin. come Summertime, It Ain't Necessarily So e I Loves You Porgy.
Questo concerto fu registrato quasi tre decenni dopo i primi due dischi, ma la sua voce e la sua intepretazione è altrettanto lucida e credibile come lo erano quelle precedenti.
La versione  di Summertime è qui più lenta ed in versione più blues; in questo caso si può davvero sentire le somiglianza tra la sua voce e quella di Billy Holliday.
Invece di mostrare gli effetti dell'invecchiamento, la voce della Vaughan sembra essere migliorata nella sua capacità di trasmettere emozioni. Pur essendo stata sempre tecnicamente dotata, a questo punto della sua carriera sembra che si sia aggiunta anche una nuova profondità nel suo sound.
Il quarto disco di questo cofanetto, Brazilian Romance, probabilmente il meno convincente, raccoglie alcuni classici pezzi brasiliani e latini, un qualcosa che ci si sarebbe potuta ascoltare da un'orchestra in un country club negli anni '50 anche se la Vaughan fa del suo meglio per dare nuova vita a questi arrangiamenti.
Per coloro che non hanno familiarità con Sarah Vaughan, The Complete Columbia Album Collection è un ottimo modo per essere introdotti a questa straordinaria cantante. Non solo ogni disco contiene tutti i pezzi dalle registrazioni originali, ma sia After Hours che In Hi-Fi contengono materiale completamente inedito.
Sull'ultimo album ci sono otto versioni alternative mentre sul primo ci sono quattro tracce pubblicate in precedenza come singoli 78 giri. Al cofanetto è allegato un libretto che racconta la storia di ogni album e credits dettagliati per ogni traccia.
(Tratto da un articolo pubblicato su Blogcritics.org)

Nessun commento:

Posta un commento