lunedì 30 luglio 2012

E' morto il batterista Larance Marable

E' deceduto lo scorso 4 luglio, all'età di 83 anni,  il noto batterista Larance Marable.
Larance Marable era uno dei più vigorosi batteristi mainstream della scena jazz di Los Angeles. In gran parte autodidatta, ha cominciato a suonare bebop nel 1950 con una serie di stellari jazzisti di passaggio a Los Angeles, tra cui Charlie Parker, Dexter Gordon, Stan Getz, Zoot Sims e Wardell Gray. Ha inciso con i fratelli Montgomery nel 1960 ed è apparso anche su album di Chet Baker, George Shearing, Sonny Stitt, Milt Jackson, e molti altri. Ha inciso da leader con il tenore James Clay nel 1956 per l'etichetta Jazz West. Nel 1970, andò in tour con Supersax e Bobby Hutcherson, e da allora ha lavorato in jazz club e sale da concerto di Los Angeles. Marable però raggiunse la notorietà alla fine degli anni '80 e '90, quando divenne membro regolare del magnifico Quartet West di Charlie Haden, con il quale ha registrato diversi album per la Verve.


Ecco un commosso ricordo dello stesso Charlie Haden, pubblicato sul blog Do The Math:
Ho conosciuto Larance Marable alla fine degli anni Cinquanta, quando suonavo con Paul Bley al Hillcrest Club di Los Angeles mentre Larance suonava in città. Subito dopo abbiamo cominciato a suonare insieme con Art Pepper, Hampton Hawes, Sonny Clark, Paul Bley, e spesso andavamo fino a San Francisco per suonare con diversi musicisti tra cui Chet Baker. 
Ricordo ancora le storie che raccontava in quei viaggi, su Bird e altri grandi musicisti. Infatti, sul nostro album del Quartet West Is the Hour c'è una foto di lui ad una festa di compleanno per Bird in Watts, mentre condivideva il gelato e la torta. 
Era una bella persona che amava ridere. Mia figlia Tanya, una volta giocò contro di lui diverse partite di ping pong quando eravamo a Parigi. Quando lei perdeva un punto, diceva, "Vincerò, Wabbit", come se stesse parlando con Bugs Bunny, e Larance sarebbe scoppiato a ridere.
Quel ragazzo aveva qualcosa di magico. L'ho capito dalla prima volta che abbiamo suonato insieme. La spinta della sua batteria era così forte. Forza non è però la parola giusta. Forse potere è quella giusta. Sarebbe accaduto in qualsiasi momento, ovunque. Si poteva sempre contare su di lui. Aveva un sacco di dinamiche nel suo modo di suonare. Non si può spiegare, ma lui l'aveva. Ha funzionato nel mio Quartet West come Jimmy Cobb funzionava per Miles Davis, in particolare su Kind of Blue.
Nel 1986 o giù di lì, a Hollywood, c'era un qualche tipo di festa di beneficenza per il film Round Midnight. Billy Higgins era lì, e lui e io stavamo parlando ed Higgins disse: "Guarda là, c'è Larance Marable." All'altra parte della stanza! Larance Marable! Mi avvicinai a lui, e ci siamo abbracciati. Non ci vedevano da molti anni. Ho detto, "Man! Stai suonando?"
Egli disse: "Mi è sempre piaciuto suonare con te!" e gli dissi: "Ora che ti ho trovato, dobbiamo suonare insieme!" 
All'inizio, Larance nel quartetto sostituiva Higgins quando questi mancava, ma poi, quando Billy iniziò il tour con la band di Round Midnight, Larance entrò a tempo pieno nella band. Il suo drumming era perfetto: divenne sconvolgente con il passare del tempo.
Nel Quartet West era l'altra parte del mio battito cardiaco.

Nessun commento:

Posta un commento