lunedì 14 maggio 2012

Christian Escoude' & Marco Tamburini a Rovigo

Mercoledì 16 maggio, il Jazz Club Rovigo ospita il concerto della formazione diretta da Christian Escoude' e Marco Tamburini. (Christian Escoudé, chitarra; Marco Tamburini, tromba; Fabio Rossato, accordeon; Mattia Martorano,  violino; Andrea Boschetti, chitarra; Ale Turchet, contrabbasso).


Christian Escoudé, chitarrista e compositore di fama internazionale, appartiene ad una generazione di musicisti cresciuta in un’epoca di nuove ispirazioni per il jazz.
Fiero delle proprie origini gitane, ha raccolto l’eredità di Django Reinhardt con eleganza e originalità, operando una suggestiva fusione tra linguaggio jazzistico e tradizione manouche.
Nel corso della sua lunga carriera ha suonato con John Lewis, Elvin Jones, Stan Getz, John McLaughlin, Shelly Manne, Freddie Hubbard, Tom Harrell, Ron Carter, Hank Jones, Lee Konitz e molti altri.
Christian Escoudé fa parte della famiglia dei chitarristi jazz per metà d’origine zingara “manouche”: come tale, forgia il suo stile nei canoni del bop su cui s’innesta l’influenza gitana.
Marco Tamburini, classe 1959, è un trombettista versatile ed eclettico, in grado di spaziare con disinvoltura dal jazz al pop (Vinicio Capossela, Jovanotti, Gino Paoli…) e alla classica;  direttore del Dipartimento jazz del Conservatorio di Rovigo, ha alle spalle decine di dischi da leader e molte importanti collaborazioni internazionali, che l’hanno visto affiancatoa jazzisti del calibro di Cameron Brown, Rachel Gould, Eddie Henderson, Billy Hart, Eumir Deodato.
Il quartetto Blue Naif sviluppa un’esperienza artistica inaugurata dallo storico apogeo del Jazz parigino negli Anni Trenta e Quaranta. L’ensemble si evidenzia infatti per la ritmica swing realizzata dalla pulsazione di chitarra gipsy e contrabbasso ma anche per la contaminazione esplicita del linguaggio jazzistico afro-americano con idiomi di provenienza folklorica e popolare, nonché per il riferimento all’immaginario sonoro proprio del repertorio fisarmonicistico del Valsé Musette.

Nessun commento:

Posta un commento