venerdì 30 marzo 2012

Oliver Lake Quartet su DRS2

Questa sera l'emittente radiofonica svizzera DRS2 trasmetterà il concerto del trio composto da Oliver Lake al sassofono, Christian Weber al basso e Dieter Ulrich alla batteria, con ospite Nils Wogram al trombone, registrato lo scorso 25 novembre nell'ambito del festival Unerhört di Zurigo.


Il trio composto da Lake, Weber e Ulrich è convincente per diversi motivi. Essi mostra tre musicisti che si scambiano intensamente, saltando attraverso generazioni e continenti. 
Lake, che è nato in Arkansas nel 1942, è una trentina di anni più vecchio di Weber, mentre Ulrich, nato nel 1958 è quasi esattamente a metà tra i due. Ma tutti e tre sono di uguale statura e parlano lo stesso linguaggio musicale. Hanno a loro disposizione un linguaggio vernacolare che ha assorbito, e prova a sviluppare continuamente, le tradizioni del Blues, del Soul e R&B, del Bebop, del Modern Jazz e del Free Jazz così come del Rock.
Le produzioni del trio sono immensamente ricche di varietà ed aperte. Riff tirati si alternano a serpeggianti strisce di suono; a un certo punto le spedizioni musicali partono da brevi, secchi patterns, per diventare poi sorprendentemente cantabili, e i temi ballabili prendono il centro della scena. La musica è densa, urgente, ampiamente consapevole. È, paradossalmente, al tempo stesso estatica e trasparente, distanziata e vicina. E' intelligente ma non del tutto accademica e immensamente colorata.
"Il jazz puro è una contraddizione in sé", ha detto una volta Oliver Lake. Per lui, si tratta di un continuo processo di trasformazione. Con il suo tono tagliente e vigoroso riesce a creare, ancora ed ancora, ciò che Whitney Balliett, un pioniere del giornalismo jazz, ha definito il "Sound of Surprise". 
Christian Weber e Dieter Ulrich sono entrambi lavoratori precisi, così come artisti appassionatamente espressivi, e in quanto tali, di un calibro simile a Lake. 
Per l'occasione li accompagna il trombonista Nils Wogram senza dubbio uno dei più notevoli nuovi arrivati nella scena jazzistica tedesca ed europea. Nelle sue registrazioni il compositore e trombonista di Colonia introduce un tipo di musica che ha altrettanti elementi compositivi quanto improvvisati. Diversi stili come mainstream, free music e la new music sono collegati in un modo molto naturale. Recensioni entusiastiche celebrano il suo unico playing al trombone e le sue composizioni.

Per ascoltare il concerto clicca qui, questa sera a partire dalle ore 22,30.

Nessun commento:

Posta un commento