domenica 11 settembre 2011

Dischi di jazz (e dintorni) per l'autunno: il catalogo è questo

Sul sito del Sole 24ore è stato pubblicato un bel articolo che presenta alcuni dei più attesi dischi di jazz in uscita nel prossimo autunno.
"Ecco un primo gruppo di dischi di jazz (e dintorni) per l'autunno. Sono scelti fra i momenti fondamentali, o più significativi, dei migliori festival dell'estate in ordine cronologico. Cominciamo dall'Umbria Jazz 2011 e da un concerto fra i più belli e meno seguiti perché ha avuto luogo nel posto sbagliato, l'Arena Santa Giuliana di Perugia, troppo vasta per un recital cameristico.
Si tratta del duo di Branford Marsalis sax alto e sax soprano e del pianista Joey Calderazzo – sostenuti in un paio di brani da Eric Revis contrabbasso e Justin Faulkner batteria – che si sono ispirati all'eccellente cd "Songs of Mirth and Melancholy" della Marsalis Music, tutto in duo. Il disco conferma l'ottima intesa fra Marsalis e Calderazzo, il primo con un timbro capace di coniugare passato e futuro, il secondo impegnato mirabilmente nella parte centrale della tastiera come faceva l'indimenticabile Mal Waldron, pur senza copiarne lo stile. Alcuni titoli del cd (Hope, The Bard Lacrymose) sembrano testimoniare che Marsalis non abbia ancora metabolizzato del tutto, malgrado il sodalizio con Calderazzo, il suicidio del suo amato pianista Kenny Kirkland avvenuto 13 anni fa. Per fortuna, all'Umbria Jazz non è mancato un gruppo-rivelazione (e così è stato anche al festival Time in Jazz di Berchidda e a Sant'Annarresijazz, come vedremo tra poco)."
A questo link si può leggere l'articolo integrale.

Nessun commento:

Posta un commento