mercoledì 21 settembre 2011

Bologna Jazz Festival 2011

La sesta edizione di Bologna Jazz Festival – l’evento più caldo dell’autunno jazzistico italiano – si terrà dal 9 al 19 novembre: dieci giorni di concerti nei teatri e nei jazz club di Bologna, Ferrara, Minerbio e Vignola.
Inaugura l’edizione 2011 il 9 novembre al Teatro delle Celebrazioni di Bologna, il concerto del più famoso quartetto vocale del jazz: The Manhattan Transfer.
Il 12 novembre all’Europauditorium di Bologna, l’evento più atteso di questa edizione: Pat Metheny Trio. Indiscutibilemente il più famoso chitarrista jazz, Pat Metheny è accompagnato da Larry Grenadier al contrabbasso e Bill Stewart alla batteria: una formazione che non si riuniva da oltre dieci anni.
Sabato 19 novembre salirà sul palco del Teatro delle Celebrazioni Stefano Bollani, gradito ritorno sul palco bolognese dopo il successo al festival del 2008. Bollani sarà alla guida del suo Danish Trio, composto con i danesi Jesper Bodilsen e Morten Lund e “band residente” del programma televisivo Sostiene Bollani in onda su RAI 3.
Domenica 13 sul palco del Teatro Comunale di Minerbio una co-produzione del festival: Andrea Dessì & Javier Girotto with Torres De Mar. 
In collaborazione con Ferrara Musica, lunedì 14 novembre il Teatro Comunale di Ferrara ospiterà il contrabbassista Ron Carter alla guida del Golden Striker Trio, con Kevin Eubanks alla chitarra e Mulgrew Miller al pianoforte. 
Nella stessa data – dopo il successo della scorsa edizione – si ripeterà un evento speciale di beneficenza: ad Anzola dell’Emilia, Bologna, si esibirà la vocalist Stefania Tschantret, accompagnata al pianoforte dal talento americano Joel Holmes – già sideman di Roy Hargrove e Nnenna Freelon – e da Stefano Senni e Tommaso Cappellato. L’ingresso al concerto prevede un’offerta libera a favore di Fondazione ANT, l’associazione che si occupa dell’assistenza domiciliare gratuita ai malati di tumore. 
Martedì 15 novembre la scena principale del festival si sposterà al Teatro Comunale Ermanno Fabbri di Vignola (Modena), per ospitare il Trio capitanato da Christian McBride – da oltre vent’anni uno dei contrabbassisti prominenti del jazz mondiale. 
Sempre a Vignola, ma nella bellissima cornice della Rocca, si terrà il concerto di uno dei più importanti pianisti e compositori del mondo (giovedì 17 novembre, Sala dei Contrari), il turco Fahir Atakoglu accompagnato da Alain Caron al basso elettrico e Horacio ‘El Negro’ Hernandez alla batteria.
Ricchissimo e variegato negli stili il programma dei club, con grandi protagonisti internazionali che di esibiranno alla Cantina Bentivoglio a Bologna e al Torrione Jazz Club a Ferrara, storiche location del festival e punto di riferimento del jazz in Emilia-Romagna. 
Tra le band straniere di grande rilievo: il Joey Calderazzo Trio, capitanato dal noto rappresentante della new jazz generation; il quartetto di Antonio Sanchez, fra i più richiesti batteristi della scena jazz internazionale e già collaboratore di Chick Corea, Gary Burton, Charlie Haden e Dee Dee Bridgewater; il Trio Da Paz, composto da tre dei più interessanti musicisti brasiliani dediti al jazz (Romero Lubambo alla chitarra, Nilson Matta al contrabbasso e Duduka Da Fonseca alla batteria); il già menzionato trio del pianista turco Fahir Atakoglu; il trio capitantato dal pianista Larry Willis, una vera leggenda del mondo del jazz, con una carriera quarantennale alle spalle e membro del gruppo fusion Blood Sweat and Tears; Italuba Quartet, il quartetto fondato e capitanato dal cubano Horacio ‘El Negro’ Hernandez.
Spazio ai talenti italiani (ma non solo) al Take Five Genuine Music Club – dove si esibiranno Minor Swing Quintet, Filippo Cosentino Trio, Carlo Morena Trio, Satoko Fujii, Stefania Tschantret Quartet, Federico Stragà, Rituali, Trio Rope, Enrico Pitaro Quintet, Andrea Ferrario Quartet, Tolga Trio e Achille Succi – e presso Il Posto con i concerti di Max Ionata e del quartetto romano Tribraco.

Per informazioni: www.festivaljazzbologna.it/

Nessun commento:

Posta un commento