giovedì 8 settembre 2011

Baronissi Jazz

La tradizionale rassegna artistica del Baronissi Jazz si esibisce per il suo quindicesimo anno. Location immutata rispetto alle precedenti edizioni, ovvero la suggestiva cornice dell’anfiteatro comunale di Baronissi. La rassegna musicale, diretta dal maestro Stefano Giuliano, è racchiusa nella due-giorni del 10 e 11 settembre.
Si comincia sabato 10, dalle 22, con Joe Barbieri e la sua “Maison Maravilha” e lo special guest Fabrizio Bosso. Dopo aver raccolto nella scorsa stagione a piene mani i sold-out del suo pubblico in ogni parte d’Italia, Joe Barbieri, il più elegante tra i cantautori emergenti si prepara a ripartire in tournè. Ovunque Barbieri arriva con la sua musica lascia sul campo un genuino incanto. E così, dopo la pausa invernale, il musicista napoletano torna a passare in rassegna le sua canzoni, accompagnato dal suo quartetto di sempre (Antonio Fresa, Giacomo Pedicini, Stefano Jorio e Sergio Di Natale) e dal virtuosismo dello straordinario trombettista di fama internazionale Fabrizio Bosso. Quest’ultimo ha iniziato a suonare la tromba a 5 anni. A 15 era già diplomato al conservatorio G.Verdi di Torino e, coltivando gli interessi per la musica di estrazione colta, si è accostato al jazz.

Domenica 11, dalle 21.30, sarà, invece,la volta di Giusi di Giuseppe e del suo quartetto: ospite d’eccezione, Antonio Onorato. L’eclettica sassofonista salernitana sperimenta diversi generi musicali che si muovono tra il jazz ed il funk, il soul e la black music prediligendo una fusione di stili alla ricerca di una continua contaminazione. Alle 22.30 a salire sul palcoscenico, per la chiusura della rassegna, sarà l’orchestra latin-jazz dell’Università di Salerno diretta da Stefano Giuliano: speciale guest, Alvaro Martinez.

Per entrambe le serate: ingresso libero.

Nessun commento:

Posta un commento